Una vita al PC

Mai come quest’anno ci sono state richieste informazioni sugli effetti nocivi che i nostri occhi subiscono

dopo molte ore su PC, Tablet o smartphone.

Mai come quest’anno siamo rimasti attaccati agli schermi e la stanchezza oculare si è fatta sentire anche

tra i più giovani a causa del DaD. Ma che cosa succede allora ai nostri occhi, e perchè li sentiamo

bruciare, stanchi e perchè a volte ci sembra di vedere con sempre meno nitidezza.

Facciamo una breve sintesi di cosa consiste la Luce Blu e poi parleremo di come ovviare alle seccature

che può comportare.

La luce che raggiunge e penetra nell’occhio umano è suddivisa in spettro visibile e spettro non visibile, che include la luce nel campo dell’ultravioletto (luce UV) e nel campo dell’infrarosso (luce IR).

Sappiamo che i raggi UV possono potenzialmente danneggiare la nostra pelle e gli occhi. Per questo motivo le persone adottano solitamente precauzioni per proteggersi dal sole, usando ad esempio creme solari o occhiali dal sole. Tuttavia, anche la luce blu-violetta visibile può potenzialmente danneggiare i nostri occhi. Sebbene la luce blu-violetta abbia meno energia della luce ultravioletta, non viene quasi filtrata quando attraversa l’occhio e raggiunge la retina.

La componente blu della luce anche nota come luce visibile ad alta energia (HEV). In particolare le lunghezze d’onda blu-violette comprese tra 380 e 440 nm sono considerate potenzialmente dannose e sono ritenute una delle possibili cause della fotoretinite, ossia il danneggiamento della retina causato da luce incidente ad alta energia.

Ricordiamoci anche che la luce blu attraversando il tratto retino-ipotalamico che è responsabile della regolazione del ritmo circadiano, va ad interferire con la produzione di melatonina (regolatrice proprio del ritmo sonno/veglia). Proprio per questo piccole e semplici regole potrebbero aiutarci non solo a preservare il benessere dei nostri occhi, ma anche il nostro stato di salute generale…

E allora, cosa fare? Soluzioni!

1. Regola la distanza dallo schermo (fai il pugno e mettilo dritto al naso la distanza dell’avambraccio e quella che ti serve)

2. Regola la luminosità degli schermi (troverai i filtri notte sui devices)

3. Non usare Pc, tablet e smartphone al buio

4. Usa occhiali con antiriflesso meglio se con filtro luce Blu

5. Se sei molto concentrato ti renderai conto che non sbatti più gli occhi tante volte quanto necessiteresti, quindi umettali, inumidiscili con delle gocce artificiali

6. Fai un controllo oculistico almeno una volta all’anno